Progetto P.E.R.L.A, a Castel Volturno il convengo di chiusura del più importante intervento di formazione realizzato in Italia sul contrasto all’illegalità ambientale.

Recupero, Conoscenza e Integrazione. Queste le parole chiave emerse durante l’evento conclusivo del Progetto di formazione integrata P.E.R.L.A. tenutosi il 21 maggio 2015 presso il Centro di Formazione Nazionale a Castel Volturno.

Il convegno, che ha visto la presenza di un numeroso parterre di esponenti delle forze dell’ordine e delle istituzioni, è stato l’occasione per presentare i risultati del progetto e un momento di riflessione e confronto sul tema del recupero della legalità ambientale.

A guidare gli ospiti nella riflessione Antonello Velardi, Capo Redattore de Il Mattino, moderatore dell’incontro. Aprono i lavori, il Capo del Corpo Forestale dello Stato Ing. Cesare Patrone,il Prefetto di Caserta Dott.ssa Carmela Pagano e l’Assessore Regionale all’Agricoltura Dott.ssa Daniela Nugnes. Durante la prima sessione, con l’intervento del Responsabile del Progetto, Dirigente Superiore del Corpo Forestale dello Stato Dott. Umberto D’Autilia, si è posto l’accento sull’importanza di un approccio basato sul confronto e sulla logica di squadra nella lotta all’illegalità, individuando nel progetto P.E.R.L.A. “una rarità in termini di tempistiche e risultati ottenuti in meno di un anno” come sottolineato dal Presidente di Legambiente Dott. Vittorio Cogliati Dezza.

2000 iscritti alla piattaforma e-learning dedicata a 3100 corsi completati online, più di 800 tra dirigenti e funzionari e circa 1000 operatori delle forze dell’ordine e organismi istituzionali formati: questi i dati presentati dal Direttore del Progetto il Dott. Massimo Giacomelli di Lattanzio Learning.

Il progetto Europeo di Recupero della Legalità Ambientale ha rappresentato un vero e proprio impulso al risanamento, un tassello importante su cui continuare a costruire, come ha voluto puntualizzare, nella seconda sessione del convegno, il Dirigente Superiore del Corpo Forestale dello Stato, Dott. Sergio Costa ribadendo l’importanza di fare rete, condividere e capitalizzare i saperi e gli strumenti.“Un nuovo inizio basato sulla conoscenza ambientale, conoscenza che si fonda sul non tacere, non ignorare – ha affermato il Sostituto Procuratore della Direzione Nazionale Antimafia Dott. Roberto Pennisi.

Il convegno si è concluso con l’intervento del Vice Capo della Polizia di Stato, Autorità di Gestione P.O.N. Sicurezza per lo Sviluppo,Prefetto Matteo Piantedosi, che ha voluto sottolineare l’importanza e il valore del progetto P.E.R.L.A. che si pone come  modello e punto di riferimento su cui ripensare la nuova programmazione.

Il Progetto P.E.R.L.A. si chiude dunque con un plauso unanime e con la consapevolezza che rete, condivisione e scambio dei saperi, rappresentino leve strategiche e risposte efficaci alla lotta contro l’illegalità ambientale.

Leggi l’articolo pubblicato da Il Mattino 

Area Riservata

EVENTI

No current events.

NEWSLETTER